sabato 30 aprile 2016

Hennè zarqa....recensione

Ciao cari lettori! Da qui prende il via la rubrica recensioni su i vari prodotti che uso e che ho usato.

Voglio iniziare dall'hennè, uno per volta recensirò tutti i vari tipi che ho usato, poi alla fine dedicherò un articolo con tutte le marche dei vari hennè messi a confronto.
Buona lettura.......

Hennè zarqa

Voglio iniziare con questo hennè pakistano perchè è uno dei miei preferiti.
L'hennè zarqa e un hennè pakistano dai toni rosso freddo che dona un colore ciliegia (almeno in teoria) in pratica ho imparato su me stessa che il colore del'hennè varia a seconda di tante piccole cose. Dal colore di partenza dei nostri capelli, al modo di prepararlo e persino alla temperatura che lo si prepara. Quindi pensare che usando un hennè freddo usciremo con un bel colore ciliegia non e del tutto fattibile, Detto ciò continuiamo a parlare dello zarqa.

Hennè freddo proveniente dal Pakistan molto fine e assolutamente privo di sabbia, puro al 100% pura lawsonia inermis, e un hennè adatto anche ai tatuaggi, quindi ottimo per i capelli essendo molto fine lo si prepara facilmente ed e spalmabilissimo, viene una pappetta molto liscia e cremosa anche se lo si prepara con sola acqua.

E uno degli hennè più economici che ho trovato e questo lo rende ancora più buono! Molto spesso lo vendono anche i piccoli negozi etnici o macellerie islamica, anche qui in Italia, quindi e molto facile da trovare anche senza ricorrere ai negozi on line. Io lo compro a Napoli in un supermercato etnico lo pago 1,20 euro, 100 grammi,  oppure on line, di solito sugli shop costa dai 2 euro ai 3 euro per una confezione da 100 grammi.

Lo zarqa copre perfettamente anche i capelli bianchi, cremoso e facile da risciacquare, lo si può preparare sia da solo con acqua e basta, si unito ad altre erbe, coloranti o no, io lo preparo con infuso di bacche di sambuco, poi ci aggiungo red kamala, indigo, acacia catechu e ibisco, questa e la mia ricetta per ottenere riflessi freddi, ma si possono usare anche amla, shikakai e altre erbe indiane, si può aggiungere miele, gel di aloe, gel di semi di lino e anche pochissimo olio. Lo zarqa colorerà sempre tantissimo.

Dare un voto da 1 a 10 a questo hennè: 9+
finezza: 9
cremosità: 9
costo: 10

By Holda

venerdì 29 aprile 2016

Lavarsi i capelli con le erbe indiane, shikakai, amla.....

Cari lettori oggi vi parlerò di un lavaggio alternativo che è una vera coccola di salute per i nostri capelli.





Tra i lavaggi alternativi, quello che preferisco e di certo, lo shampimpacco lavante, a base di erbe indiane. Che benefici da ai capelli questo tipo di lavaggio? I benefici sono moltissimi! Infatti le erbe indiane ricche di proprietà benefiche, aiutano la cute a regolarizzare la produzione, sia di forfora secca, sia di sebo, quindi possiamo dire che usando regolarmente le erbe, come shampoo o come impacco, andremo ad aiutare la nostra cute.

In oltre le erbe indiane, rinforzano le radici e stimolano la crescita dei capelli, andando a prevenire e la dove serve a combattere la caduta e l'indebolimento dei capelli.
(se avete caduta di capelli legata, a motivi di salute, le erbe aiutano si, ma non possono sostituirsi al vostro medico, ricordatevi sempre che in caso di caduta eccessiva, buona norma e fare le analisi, e chiedere consigli a uno specialista)
rinforzano ed inspessiscono i fusti, del capello, sono un aiuto nella nostra cura dei capelli.

Quali sono le erbe più indicate per lavare e impaccare i capelli? tra le erbe lavanti ci solo l'aritha e la shikakai, non tutti sanno che anche il sidr ziziphus spina christi è anch'essa un ottima erba lavante, in più non contiene saponine, come invece è per aritha e shikakai, quindi il sidr oltre ad essere un ottima erba, rinforzante, condizionante, lava anche i nostri capelli!  Insieme ad 1 tuorlo poi e il massimo per lavare.
Il sidr, in oltre e paragonabile alla lawsonia, con le medesime proprietà rinforzanti e benefiche, ma non colora, quindi particolarmente indicata per chi vuole, rinforzare e curare i capelli, ma non vuole cambiare colore!

Le erbe condizionanti, anche essere ricche di proprietà benefiche per i nostri capelli sono. Amla, brahmi, maka, tulsi, kapoor kachli, fieno greco, neem, queste erbe hanno proprietà curative molto simili tra loro, ma comunque ognuna di esse svolge un ruolo ben determinato nella cura dei capelli e sopratutto di cute e radici, diffidate di chi vi dice sono tutte uguali l'una vale l'altra, non è cosi! non dico che bisogna usarle tutte, no questo no, ma bisogna capire quali di esse piacciono di più al nostro tipo di capelli, sperimentare e solo dopo scegliere quelle che saranno il nostro mix di erbe da usare, nello shampimpacco.


Il mio mix e fatto con queste: Shikakai, sidr, brahmi, amla, maka, tulsi, kapoor kachli e fieno greco!
mentre l'aritha, non mi piace per niente.
Come per ogni cosa, ho sperimentato su di me ognuna di queste erbe, fino a trovare quelle più adatte a me.

Non tutti i capelli amano le erbe indiane, quindi non è detto che usandole, avrete benefici, sopratutto estetici, sui vostri capelli, ma prima di arrendervi, provate più volte, lasciate il tempo ai vostri capelli di abituarsi, mixate le erbe, con gel di semi di lino, o con miele, yogurt, uovo, insomma sperimentate! Se poi proprio non vengono bene, lasciate perdere le erbe, e cercate il lavaggio alternativo più adatto a voi, magari usate solo una o più erbe condizionanti, come impacco - maschera pre shampoo.
 Moltissimi siti vendono le erbe indiane, io ne ho provate di diverse marche, le erbe di janas, hesh, aromazone, ma le mie preferite sono senza dubbio quelle della hesh! Anche quelle di janas sono ottime, ma costano di più delle hesh, ecco perchè preferisco comprare quest'ultime.






questi sono alcuni dei siti dove potete trovare le erbe indiane, su alcuni di essi le compro anche io.

http://www.centroaloe.it/vedi-tutti-i-prodotti-del-negozio.php
http://www.zenstore.it/Prodotti-Hesh/
http://www.mademoisellebiologique.it/index.php?main_page=advanced_search_result&search_in_description=1&zenid=okte9ktk77grgvr3fm4pet1qj7&keyword=hesh&x=0&y=0
http://roma.pandashop.eu/ecobio-web/catalog/browse.html?searchText=hesh&searchButton=Cerca
http://www.spicesofindia.co.uk/cgi-bin/ss000001.pl?page=search&PR=-1&TB=A&SS=hesh&search.x=0&search.y=0&search=ACTION
http://www.aroma-zone.com/aroma/accueil_fra.asp
                               
                                                                                                                                  

giovedì 28 aprile 2016

Primi passi nell'eco bio dallo shampoo commerciale ai lavaggi alternativi

Quest'oggi voglio dare inizio a un mini tutorial



Dedicato a chi e ai primi passi nel bellissimo mondo dell'eco bio.

Di certo per chi è all'inizio non e facile passare dai prodotti commerciali già pronti all'uso (mi riferisco a shampoo, balsamo, maschere belle e fatte) anche per me fu cosi, i primi tempi non era cosa facile districarmi tra inci, ricette fai da te, materie prime......Ma piano piano ho imparato, anche grazie ai consigli di chi c'era passata prima di me.

E per questo vorrei nel mio piccolo potere essere d'aiuto a tutte quelle ragazze che oggi si trovano a muovere i primi passi nel bellissimo mondo dei prodotti naturali e sopratutto delle ricette fai da te e lavaggi alternativi.
Questa prima puntata voglio dedicarla alla fase della disintossicazione dai siliconi e petrolati; Buona lettura........

La disintossicazione dei capelli

Si chiama cosi quel periodo di tempo che può variare da qualche settimana a in alcuni casi qualche mese, in pratica quando decidiamo di abolire prodotti pieni di siliconi petrolati ecc... I nostri capelli vivono una fase di transito che in alcuni casi può essere scioccante, ci sono capelli che senza siliconi risulteranno secchi, stopposi, ribelli.....brutti insomma... Ma tranquille e solo una fase di passaggio.

Per i capelli non è immediato riuscire ad abituarsi ai prodotti naturali (anche se non è sempre cosi) infatti i siliconi li rivestono rendendoli solo visibilmente perfetti, ma in verità il povero capello intrappolato sotto strati di siliconi e paraffina muore lentamente soffocato.

E una volta libero da ciò si mostra per come è realmente, mostrando tutta la sofferenza e il danno che i prodotti a base di petrolati, siliconi e altre brutte cose gli hanno inflitto ad ogni lavaggio.
Più è delicato il capello e più avrà subito danni, in oltre i siliconi per staccarsi dal capello e liberarlo finalmente ci mettono un po di tempo e serviranno diversi lavaggi per potersi finalmente sbarazzare di loro, dopo ci vorrà un tempo che appunto varia da qualche settimana a qualche mese, a fin che i capelli comincino a riprendersi e ad apprezzare le buone cose ecologiche e le coccole che gli diamo. Ma saremo ripagate dell'impegno messo, quando inizieremo a vedere tutta la bellezza dei nostri capelli finalmente liberi di respirare, idratarsi e nutrirsi, senza la guaina soffocante che avevano addosso.

Come mettere in atto la disintossicazione?


Certamente non possiamo da oggi a domani smettere di usare shampoo con siliconi e passare ai lavaggi alternativi con uova, erbe, argilla ecc...Sarebbe un trauma per molte di noi e forse un po anche per i capelli, ma dobbiamo farlo piano piano andando per gradi.
Iniziamo con l'usare shampoo e balsamo puliti anche se non al 100% eco bio, ci sono prodotti non del tutto verde ma con buon inci che non contengono siliconi, paraffina, petrolati, parbeni ecc... E che sono anche economici, non tutte infatti possiamo permetterci di spendere 10 euro per 100 ml di shampoo, che poi magari risulta pure non essere quello più adatto a noi.
Si può iniziare il cammino verso il naturale partendo dai prodotti da supermercato che pur non essendo bio non del tutto per lo meno, sono comunque puliti, in modo da togliere piano piano le cose che sono dannose per i nostri capelli.
Appena vi sentirete pronte potrete passare alla fase due, che può essere il passaggio ai prodotti commerciali 100% bio naturali o direttamente al fatto in casa! E mi riferisco ai lavaggi alternativi e agli impacchi con gli ingredienti che troviamo in frigo (uova,frutta,miele,yogurt ecc..)
Più i capelli saranno disintossicati e più gradiranno le coccole naturali.


Per chi invece vuole iniziare i lavaggi alternativi già da subito saltando la fase transitoria fatta con prodotti commerciali eco bio già pronti all'uso. Vi dico alcune cose essenziali:
Un lavaggio alternativo fatto con ghassoul, erbe indiane o farina di ceci, sopratutto fatto per la prima volta non sarà facile come lavarsi con  uno shampoo schiumoso e profumato, ma se non vi arrenderete e ci metterete pazienza e impegno vedrete che lavaggio dopo lavaggio i capelli si libereranno dei siliconi e inizieranno a cambiare migliorando sia in salute che in bellezza.
Un impacco con oli vegetali o yogurt, miele e cosi via, fatto su un capello saturo di silicone, difficilmente verrà assorbito dal capello, e quindi non rimaneteci male se non noterete benefici dopo un impacco, li noterete appena il capello sara libero, allora vedrete che ogni impacco li lascerà sempre più nutriti, idratati, morbidi e belli!!!
I capelli ci metteranno un po a disintossicarsi, quindi non perdete la fiducia e la pazienza se durante le prime settimane avrete capelli brutti, resistete non cedete al richiamo dei siliconi, siate forti e ricordate che è un periodo passeggero e che dopo godrete i frutti del vostro lavoro.

Questo non vale per tutte infatti c'è anche chi già dal primo lavaggio alternativo o dal primo uso di shampoo 100% eco bio, nota subito miglioramenti dei capelli.

Se volete fare una disintossicazione più veloce e strong e vi sentite pronte a sopportare uno o due mesi di capelli ingestibili, e inguardabili allora quella che fa per voi è la disintossicazione a base di ghassoul Qui troverete informazioni sul ghassoul scegliete prima di tutto un ghassoul che sia Hectorite pura e non tagliata con caolino o altra argilla.
e usatela come unico lavaggio da fare una o due volte a settimana per alcune settimane, il tempo varia a seconda di come reagiranno i vostri capelli, infatti il ghassoul su capello con siliconi avrà un risultato di capelli secchi, strani non proprio belli e neanche morbidi, ma solo perchè sta lavorando nella rimozione degli strati di silicone, vi accorgerete di avere passato la fase di disintossicazione non appena il ghassoul dopo il lavaggio vi lascerà capelli morbidi, puliti e leggeri. Da qui in poi sbizzarritevi  nello sperimentare impacchi, ricette, oli, burri, e tutto quello che di più coccoloso c'è per i capelli.
Buona disintossicazione capillifera a tutte!!!!
Se vi va lasciate la vostra esperienza sulla fase di disintossicazione dai siliconi 

By Holda

❀●•Pettine e spazzola quale usare•●❀

Un alleato indispensabile per aspiranti capellone e di sicuro il PETTINE.


Come scegliere quello più adatto a noi? di certo questa lista ti farà chiarezza e ti aiuterà a scegliere quello migliore per te.



Quello che non deve mai mancare nel armamentario di una aspirante capellona e di sicuro gli accessori giusti per curare e trattare bene i nostri capelli.
Un accessorio importante è di sicuro il pettine e o la spazzola, ma come sceglierli?! In commercio quelli più usati e reperibili sono di certo quelli in plastica, ma non sono la scelta migliore se si decide di far crescere e di prendersi cura               dei propri capelli.


Allora quali usare? E sopratutto di che materiale devono essere fatti.
Ci sono di svariate forme, a denti stretti, larghi, a dentini lunghi e corti per quanto riguarda le spazzole, poi ci sono quelle in setola.

Ma andiamo per ordine iniziando dai diversi materiali:



 Plastica sono i peggiori che si possano usare! Che siano a denti stretti o a denti

larghi, la plastica e il materiale peggiore che possiamo usare su i nostri capelli, sia pettini che spazzole.
L'unico che e concesso usare e quello con la coda ma solamente per fare la riga ai capelli o appunto usare la coda per facilitare i movimenti quando facciamo una acconciatura, la plastica in fatti tende a portare elettricità statica sui capelli e con i movimenti meccanici quando ci pettiniamo rovina i capelli. Le spazzole in plastica tirano e spezzano i capelli, quindi per chi aspira a capelli lunghi e sani e vivamente sconsigliato l'uso di pettini e spazzole in materiale plastico.




Pettini in corno sono tra i più consigliati perchè fatti prevalentemente di cheratina e questo lo rende il più affine alla struttura dei nostri capelli, e delicato, liscia e lucida i capelli portando il naturale sebo su tutte le lunghezza, in più questo pettine si può usare anche sotto la doccia per la stesura del balsamo sui capelli bagnati, in quanto essendo fatto di corno l'acqua non lo rovina.
Facile da pulire si consiglia sempre di usarne uno a denti larghi che sono i migliori per pettinarsi, c'è ne sono anche di intagliati bellissimi.
Questo è quello che ho io




Pettini e spazzole in legno un altra ottima scelta sono quelli in legno, marca al top e di certo la TEK, fabbrica degli ottimi prodotti sia pettini che spazzole con dentini in legno o in setole naturali, il legno subito dopo il corno è il materiale
più delicato che si può usare per pettinare i capelli.
Infatti non strappa e liscia delicatamente i capelli, anche per il legno e sempre meglio orientarsi sui denti larghi che nel movimento meccanico del pettinare sono più delicati.
Per quanto riguarda le spazzole quelle in legno adatte per pettinarsi sono di sicuro quelle a dentino lungo che fanno anche un buon massaggio alla cute, mentre quelle in setole sono ottime per distribuire il naturale sebo dalle radici alle punte.
Quelle in setole variano dal nailon da evitare, setole naturali di cinghiale e setole di maiale e capra, quella di cinghiale e di sicuro ottima e più famosa, mentre le sue sorelle maiale e capra sono meno conosciute ma più delicate, adatte proprio per la loro delicatezza ai capelli sottili e delicati come quelli dei bambini.
Punto debole del legno e l'acqua che puo rovinarlo nel lungo andare, ma dipende molto dal tipo di legno e dalla lavorazione.



E per finire un posto speciale va al legno di bosso giapponese, il mio preferito, ho la fortuna di avere uno di questi pettini ed è il mio amore assoluto.
Infatti il legno di bosso a differenza di altri legni e molto delicato sui capelli e porta il naturale sebo dalle radici alle punte. se utilizzato in combinazione con olio di camelia giapponese ha un effetto curativo di bellezza sulle radici e sulle lunghezze.
Se ne trovano di bellissimi decorati o intagliati, sono fatti a mano e quindi hanno un prezzo un po alto, sempre diffidare di quelli che costano poco, perchè non sono di vero bosso.
Questi pettini però non vanno mai e dico mai messi in contatto con l'acqua, che li rovina irrimediabilmente, si puliscono infatti usando un batuffolo di cotone imbevuto di olio ogni olio va bene ma il più indicato è l'olio di camelia.

•●❀Ricapitolando❀●•

Pettine in corno o in legno/legno di bosso, sempre a denti larghi

Spazzola in legno o in setole naturali di cinghiale, capra, maiale, preferite quelle grandi ovali o rettangolari; una vera goduria per pettinarsi dolcemente


Più avanti faro per ognuno di essi un post esclusivo dedicato di volta in volta a bosso, setole ecc...








mercoledì 27 aprile 2016

Come capire di cosa hanno bisogno i capelli..

Per iniziare bisogna sapere che che i capelli molto spesso hanno più bisogno di idratazione che di nutrimento, e per farlo non bisogna aspettare che abbiano sete. 
Come riconoscere le esigenze dei nostri capelli: I sintomi sono molto evidenti e in più può darsi che abbiano bisogno sia di idratazione che di nutrizione


Come riconoscere un capello disidratato e un capello mal nutrito?

  Capelli che con la mancanza di idratazione ...

         ... Sono piuttosto spenti, ruvidi al tatto. Le punte sono tutte sparate, i capelli si rompono con facilità.  Sono asciutti, leggermente friabile, si gonfiano e diventano incontrollabili nei momenti in cui c'è umidità.

  I capelli che con la mancanza di nutrizione ...

         ... Sono molto secchi, punte biforcute, si  rompono facilmente. Le punte restano tutte dritte tendo ad essere altamente fragili e a riempirsi di doppie punte. La  Mancanza di sostanze nutritive porta i capelli  ad aggrovigliarsi facilmente a causa della loro consistenza, si annodano e sono di un aspetto molto "moscio" privo di volume.

 Nutrire i capelli: cosa usare?e quando c'è ne  davvero bisogno?......

      

Il capello in se e materia morta e non ha bisogno di "mangiare" o necessità di speciali vitamine o minerali. A solo una mancanza di grasso e lipidi che riempiono il capello. I capelli hanno bisogno di grassi; che in poche parole sarebbe il vostro sebo prodotto naturalmente o in alternativa gli oli e burri vegetali che hanno lo stesso obbiettivo del sebo. Essi portano ricchezza ai capelli
 lo proteggono, vanno ad evitare l'attrito, lisciando le squame. Nutrizione è la prevenzione:va fatta sopratutto quando le punte e le lunghezze sono troppo prive di sebo, serve a ridare loro il grasso perso, portato via da troppi lavaggi o lavaggi troppo aggressivi, da vento, troppo freddo, troppo caldo ecc.. Se sono troppo secchi e danneggiati e sempre meglio tagliare.
vitamine, minerali o altri termini largamente utilizzati dalla pubblicità. Infatti, tutto questo arriva ai nostri capelli attraverso la dieta alimentare che serve a portare dall'interno tutto ciò che serve loro. La necessità di Hair "nutrizione" è semplicemente il bisogno di grassi che ha il capello.
   
  ......e quando serve idratazione?

    

I capelli non mangiano e non bevono. Allora come si fa per idratarlo? Semplicemente lo si aiuta intrappolando acqua al suo interno.  un capello disidratato si deteriora rapidamente. Cosi secco, sarà debole contro qualsiasi aggressione esterna. La cosa peggiore che possiate fare a un capello disidratato e quello di esporlo al calore forte di fon e piastre. perché il calore forte finisce di fare evaporare la poca acqua che e presente nel capello, e col passare del tempo il capello si rovina sempre di più diventa più poroso e arriva al punto di non ritorno, dove per salvarlo si deve solo TAGLIARE! Ma ricordate: un capello ad alta porosità contiene poca acqua. Idrata lasciando regolarmente impacchi di olio sui capelli bagnati, facendo uso di gel di aloe, gel di semi di lino, gel di fieno greco, gel di semi di psillio, inulina, glicerina, ma ricorda che il migliore alleato per avere capelli idratati e abolire piastra, fon e tutti i ferri bollenti per capelli. un  capello ben idratato, chiederà molto meno cura!
usando prodotti che apportano acqua, altra cosa importante per avere capelli bene idratati e prendere la buona abitudine di bere almeno 1 litro di acqua al giorno, questo farà bene non solo ai capelli e alla pelle ma anche a tutto il nostro corpo. (l'ideale sarebbero 2 litri di acqua al giorno) Una buona abitudine di bere tanto  e mangiare sano, faranno bene a noi e ai nostri capelli.


Grassi e acqua sono essenziali per i vostri capelli. 

Ma ricordate  solo l'acqua non idratare i capelli,  sarebbe troppo facile! Il bagnarli ogni giorno e quindi poco utile, anzi li danneggia e li stressa ulteriormente, per questo scopo in realtà, servono necessariamente l'acqua e i grassi per idratare, o dei prodotti idrofili. Con una emulsione idratante per esempio! Ma anche con i vari ingredienti che ho citato in questo articolo: ci sono anche creme idratanti per capelli già belle e pronte, in questo caso controllate sempre l'inci ed evitate siliconi, petrolati ecc.. io consiglio sempre di usare prodotti naturali home made. Per quanto riguarda la nutrizione, essa sarà fornita da tutti i grassi (e le maschere ricche) oli vegetali, burri vegetali, maschere avocado , banane, uova, pantenolo, ecc.. ... Molti ingredienti presenti nella vostra cucina sono utili a tale scopo! Se i capelli sono  sia disidratati e ha bisogno di nutrizione, combinare diversi ingredienti o maschere alternative. E, naturalmente, se sono veramente troppo secchi, può essere che sia giunto il momento ... Di tagliare!



                                                               

Idratazione ricetta facile e veloce..

 per capelli morbidi e setosi   

Una ricetta facile per idratare i vostri capelli, da fare in 5 diverse fasi

1) Impacco notturno prelavaggio: gel di aloe, inulina, applicare sui capelli asciutti, mettere la pellicola, coprire con un capello di lana cosi resta tutto caldo, andare a dormire.
2) lavaggio: lavare i capelli come di vostro solito, sciacquare bene lo shampoo naturale o commerciale che sia.
3) maschera dopo lavaggio: Gel di semi di psillio 100 ml, glicerina (glicerolo vegetale) 1 cucchiaino, applicare sui capelli bagnati, lasciare in posa 1 ora o più, risciacquare con sola acqua fredda o temperatura ambiente.
4) ultimo risciacquo: 1 litro di acqua gel di semi di psillio 2 cucchiai, 1 cucchiaino di inulina.
5) leave in per sigillare 

Come preparare il gel di psillio: 1 cucchiaino di semi di psillio a mollo in 150 ml di acqua fredda per 12 ore, mettere il tutto in un telo di tulle o anche una calza gambaletto, strizzare bene i semi ed estrarre il gel, ed ecco pronto all'uso!




Questa ricetta idraterà a fondo i vostri capelli, lasciandoli morbidi, leggeri e luminoso, io per il lavaggio ho usato lo shampoo all'amla della khadì, 10 ml di shampoo diluito con 20 ml acqua e 20 ml idrolato di lavanda.
Questo e il risultato che ho avuto su di me.




Se provate la maschera fatemi sapere come vi siete trovati.















By Holda

martedì 26 aprile 2016

Progetto Rapunzel le basi passo passo

Progetto rapunzel

Cosa è il Progetto Rapunzel ?! Semplice si Tratta di un Metodo di curare i capelli Che arriva dal Brasile.
In Cosa Consiste? Partendo dal presupposto Che i capelli Hanno bisogno di idratazione, nutrimento e Ricostruzione della cheratina. Che i capelli Perdono per colpa di Trattamenti Chimici, Calore, vento e tutto Quello che lo stress provocazione Ai nostri capelli quotidianamente.

Andremo ad attuare un Programma di Cura Che Prevede a rotazione  idratazione , nutrimento e Ricostruzione, il Bello di questo programma E che Si Può variare ed adattare alle Esigenze diverse di ognuno di noi.
Si possono usare SIA ingredienti naturali fatti in casa SIA prodotti Commerciali Già pronti all'uso, il Programma si Adatta a chi la lava i capelli 3 volte a settimana 2 volte a settimana è 1 volta a settimana; SI Adatta SIA un chi ha capelli stressati e rovinati SIA una Chi ha i capelli sani. 

Per OGNI bisogno C'è la Soluzione Più Adatta, L'importante è ricordarsi sempre di idratare, nutrire e Ricostruire, tenendo presente  Che l'idratazione non fa mai male e puo Essere Fatta Fino a 7-8 volte al mese, Il Nutrimento e Essenziale e va Fatto Dalle 5 alle 2 volte al mese, MENTRE la Ricostruzione e Consigliata 2 volte al mese per capelli Molto rovinati e 1 volta al mese per capelli sani.

Il crono Programma brasiliano Comprende Anche l'uso di prodotti commerciali, shampoo, balsamo, tonici appositi per velocizzare la Crescita, appositi Trattamenti fatti, con prodotti Commerciali Che Si trovano solo nel Sud America, ma che POSSIAMO benissimo non utilizzare o pura sostituire con prodotti Facilmente reperibili in Italia, o addirittura fatti in casa come ad esempio lo shampoo alla cipolla e / o l'infuso di erbe come Il Rosmarino. Ma questa parte non E Molto rilevante, Quello che mi interessa Spiegare E Il Lato cura e non Quello velocizzazione Crescita ^ _ ^

 Ho Preparato ALCUNI SCHEMI Che possono Tornare Utili per impostare il Vostro Programma raperonzolo personalizzato.

Per chi la lava 3 volte a settimana, l'unica accortezza e aspettare 48 ore Tra un Trattamento e l'altro, sul mio schema Ho Scelto il Lunedì, Mercoledì e Sabato, ma potete SCEGLIERE I giorni Che Più vi piacciono, L'importante e 48 ore di pausa Tra un Trattamento e L'Altro.





come potete VEDERE nel Programma 3 lavaggi a settimana andremo a fare  un ciclo di  7 idratazioni 4 nutrizioni 1 Ricostruzione SE Avete capelli sani, MENTRE per capelli stressati e tanto rovinati faremo 6 idratazioni, 4 nutrizioni 2 Ricostruzioni, o 6 idratazioni 5 nutrizioni 1 Ricostruzione, su questo punto sta a voi Capire se Avete Più bisogno di Ricostruzione o no, L'importante è non Superare 2 Ricostruzioni al mese con 15 giorni di pausa Tra l'una e l'Altra.










Per chi la lava 2 volte a settimana (La Scelta Che Ho fatto io) ci Saranno 4 idratazioni 3 nutrizioni 1 Ricostruzione, sempre per capelli sani Già disintossicati da siliconi e filmanti.


Per capelli rovinati e stressati POSSIAMO fare 4 idratazioni, 2 nutrizioni 2 Ricostruzioni, anche qui vale la Regola 15 giorni di pausa Tra Una Ricostruzione e l'altra.


Io suggerisco Anche a chi ha capelli rovinati di provare schema lo 2 volte a settimana senza Cambiare niente.






Per chi lavica 1 sola volta a settimana la cosa e un po Più Complessa, infatti e consigliato piatti idratazione e nutrizione, prima idratare e subito DOPO nutrire, Esempio:  lavate i capelli poi idratate con gel di aloe e / o balsamo idratante, risciacquate e procedete a nutrire o usando una maschera commerciale Già Pronta (in questo Caso Che Sia una maschera nutriente in  Quale potete AGGIUNGERE un po di olio a piacere per renderla Più Efficace) o nutrire con uno degli ingredienti naturali nutrienti.
Per lo schema 1 lavaggio settimanale faremo 2 idratazioni + nutrizione, 1 idratazione e  1 Ricostruzione, lo schema e standard di SIA per capelli sani Che non.


Il Programma Rapunzel puo Essere Seguito da Tutte / i la Rotazione dei Trattamenti non fa ALTRO CHE bene un Qualsiasi tipo di capello, lo PUÒ SEGUIRE SIA chi usa da solo prodotti naturali SIA chi ha poco tempo e preferisce prodotti Commerciali Già pronti all'uso, in tal Caso ci Sono ALCUNE accortezze da SEGUIRE.

Suggerimenti per chi Vuole usare prodotti Già pronti: usate e nuove maschere diverse alternando maschere idratanti (QUESTE Sono un po Difficili da trovare) Che devono contenere solista ingredienti idratanti come gel di aloe, glicerina, se Hanno oli o burri QUESTI devono Essere Molto in basso nell ' inci.
Maschere nutrienti QUESTE Più FACILI da trovare, basta GUARDARE Che nel'inci ci Siano oli e burri ai di primi posti, poi si possono arricchire Facilmente usando 1 cucchiaio di olio di oliva o altro olio.
Maschere ricostruenti una base di cheratina e proteine, arginina collagene ecc .. Presente Ai primi posti nel'inci.
Preferite sempre Una maschera ad un balsamo e ricordatevi Che OGNI Trattamento VA Fatto DOPO lo shampoo (o lavaggio alternativo Che SIA) e va  solo risciacquato con acqua, per funzionare non va lavato via con lo shampoo o altro. Finalizzate come Vostro solito, con ultimo risciacquo e / o leave in.



Per chi usa prodotti naturali ho Preparato Uno schema con fase e Sostanze adatte Ad ogni fase. Anche qui vale la Regola Che OGNI Trattamento VA Fatto Dopo Il lavaggio e va da solo sciacquato con semplice acqua e Si Può finalizzare con ultimo risciacquo e / o lasciare in un piacere.





 Piccola Regola Importante OGNI Trattamento (eccezione fata Solo per impacco nutriente a base di olio o burro Che va lavato via o con lo shampoo o lavaggio alternativo) va Fatto DOPO il lavaggio / shampoo e poi va  solo sciacquato via con semplice acqua.
Potete fare un impacco preshampoo lavare via e poi usare una maschera o una Sostanza Che a Seconda della fase, che sia  idratante, nutriente o ricostruente e poi sciacquarla via, ma vi assicuro Che Già DOPO le prime Settimane di Programma Rapunzel non sentirete Più il bisogno di un impacco preshampoo ^ _ ^ I capelli Saranno cosi morbidi e informa da non crederci. Apro una parentesi per la fase nutrimento con olio Il Nutrimento Fatto con olio e il mio preferito, sopratutto il bagno d'olio Tenuto in posa per tutta la notte, se anche voi amate come me questo tipo d'impacco, tenete a mente QUESTE poche ma Importanti  regole. Applicate l'olio sui capelli umidi coprite in modo da Tenere tutto al caldo. Lavate via l'impacco d'olio e finita la fase nutrizione. Applicando DOPO Avere lavato via l 'Olio un buon balsamo nutriente a cui andrete ad AGGIUNGERE una delle Sostanze nutrienti in dosi bassa, lasciatelo in posa Almeno 20 Minuti un piccolo leave in finale, con 2 gocce di olio. Questo e tutto Quello che ho Imparato fin ora Sperimentando il crono Programma Raperonzolo, man  mano Che andro avanti sul mio Programma di marcia, e imparerò Altre Cose Utili aggiornerò. Spero di Essere Stata Utile a chi mi vieni Vuole capelli lunghissimi e sani! Se Avete Domande destino puro, risponderò se mi e possibile.









Vi ricordo che io seguo 2 blog brasiliani Questo  e Questo e che grazie a loro ho conosciuto il programma capillare, denominato progetto rapunzel.
In oltre esiste il gruppo facebook italiano ufficiale, dove potrete trovare tante persone pronte ad aiutarvi se intraprenderete il progetto rapunzel .
Oltre naturalmente al gruppo ufficiale facebook, brasiliano 







Hennè gloss capelli perfettamente colorati e nutriti

Hennè Gloss
Tempo fa ho scoperto un interessante ricetta a base di hennè e latte di cocco.
Praticamente ne viene fuori una crema lucida e spalmabilissima, simile alle famose tinte commerciali cremose, con un particolare in più che la nostra tinta cremosa e super bio!
Ingredienti
Hennè 100% PURA LAWSONIA
latte di cocco.






Procedimento
Mischiate la polvere di hennè con la parte acquosa del latte di cocco, sostituendola alla semplice acqua, finche non diventa una pappetta liscia e cremosa, a questo punto prendere una piccola parte (circa 1 cucchiaio) della parte grassa del latte di cocco, solitamente quella che si trova in sopratutto nel latte di cocco in lattina.
Lasciate ossidare qualche ora e procedete all'applicazione, l'hennè se di buona qualità (jamila, tazarine, zarqa, janas ecc..) colorera in modo perfetto e grazie al latte di cocco non ci sarà quella fastidiosa secchezza post hennè, inoltre il latte di cocco farà in modo che il risciacquo sia più facile e veloce.
I capelli restano più forti, morbidi e lucidissimi, l'hennè preparato in questo modo non stratifica ne scurisce ma resta sempre di una brillantezza gloss e copre perfettamente i capelli bianchi ed e facilisso da spalmare tanto è cremoso, hennarvi diventerà un vero piacere.

By Holda

lunedì 25 aprile 2016

ghassoul e miele ricetta perfetta

Stamattina mi sono svegliata con la voglia di un lavaggio veloce, ma allo stesso tempo delicato e coccoloso per i miei capelli.

E cosa c'è di meglio del ghassoul? Ma ghassoul e miele logicamente.





Bastano 3 semplici ingredienti, miele, ghassoul e acqua calda, per ottenere uno shampoo extra delicato, che lava perfettamente e in più rende più forti e più sani i nostri capelli


Ricetta

3 cucchiai di ghassoul
1 cucchiaione bello pieno di miele
acqua ben calda, tanta quanto occorre a fin che il ghassoul diventi una pappetta liquida e liscia.

Prendiamo una ciotola in vetro o plastica, un cucchiaio di legno o plastica e iniziamo la preparazione, mettiamo il ghassoul nel contenitore e aggiungiamo acqua ben calda fino a che il ghassoul non assume una forma abbastanza liquida.
A questo punto aggiungiamo il miele e continuiamo a mescolare, ecco la consistenza che deve avere!





Una volta pronto il nostro shampoo al ghasoul e miele, bagniamo i capelli possibilmente nel lavandino o nella vasca, se usiamo la vasca ci occorrerà anche una bacinella.

tappiamo il lavandino e applichiamo la pappetta di ghassoul liquida come se fosse un classico shampoo, massaggiamo bene la cute per alcuni minuti, poi lasciamo scendere un po di acqua e continuiamo a massaggiare, il ghassoul scendendo laverà anche le lunghezze, che nel frattempo saranno a mollo nel'acqua e ghassoul che scende mentre risciacquiamo la cute.

A questo punto con l'aiuto della ciotola raccogliamo acqua e ghassoul dal lavandino (o bacinella messa nella vasca) e continuiamo a versarlo sulla cute massaggiando dolcemente, facciamolo per alcuni minuti, poi stappiamo il lavandino e procediamo al risciacquo.

Concludiamo il tutto con un ultimo risciacquo acido fatto con aceto di mele, o acido citrico, leave in a piacere. Io ho usato il burro di karitè.
P.S. Non serve il balsamo ne altro, miele e ghassoul vi faranno capelli morbidissimi.


By Holda

Lo shampoo di Elisabetta d'Austria, Sissy style

Come si lavava i capelli L'Imperatrice d'Austria

La storia racconta il Che: Sissy L'Imperatrice d'Austria lavasse i capelli OGNI 3 Settimane con Uova e cognac, in Quei Tempi L'aria priva di smog e la vita Certamente Molto Più sana di Oggi permetteva Tempi cosi lunghi Tra un lavaggio e. L'Altro, quindi Anche l'Igiene Personale era Molto Diversa da Quella Che Si usa Oggi giorno.

La Ricetta di Sissy era COMPOSTA da 12 Uova e del cognac, la ricetta  Che uso io e leggermente Diversa ma molto funzionale.


Ricetta

per 1 metro di capelli 5 tuorli d'uovo
1 cucchiaio pieno di aceto di mele
7 gocce olio Essenziale (io uso Rosmarino) a piacere per profumare.

Si mescola il tutto Fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso.
Si Bagnano i capelli come se si facesse un normale shampoo, si applica il composto di Uova e si massaggia bene la cute e le lunghezze, SI Lascia in posa 5/10 Minuti E Poi si Procede al risciacquo obbligatoriamente con acqua fredda o al massimo una temperatura ambiente, Questo e Necessario ad impedire la puzza Che si sprigionerebbe con acqua troppo calda.
Se Si Vuole si puo fare un ultimo risciacquo con aceto di mele, non servono balsamo in Quanto le Uova Donano Una morbidezza incredibile A Tutta la chioma.

questo Oltre ad Essere un lavaggio alternativo molto valido (io ci lavo Gli impacchi Grassi Fatti con olio e burro, lava via tutto con delicatezza) funge Anche da maschera ristrutturante infatti si nutre il capello rendendolo lucido e morbido, a Oltre e un lavaggio alternativo Molto Veloce Che non delude mai, alla ricetta di base si puo AGGIUNGERE miele, ghassoul, erbe indiane. Io Personalmente preferisco non aggiungerci nient'altro su di me funge cosi bene Che Ormai lo shampuovo (come lo chiamo io) e il mio lavaggio preferito.

Informazioni utili su Gli odori Che l'uovo puo lasciare sui capelli, Certamente lo shampoo con le Uova non e Uno dei Più profumati, anzi su ALCUNE chiome puo lasciare un odore Molto fastidioso e persistente, su i miei capelli il puzzo d'Uova dura Poche ore e si sente lievemente, Gli oli Essenziali aiutano a coprire odore (o puzza Che si voglia chiamare) un altro modo per ovviare L'odore e usare vanillina per dolci nel'  ultimo risciacquo, usare un po di Acqua di rose sui capelli Bagnati subito DOPO il lavaggio senza risciacquare, per un ultimo risciacquo con il succo di un limone in 2 litri di Acqua Fredda, QUESTI Rimedi funzionano al 98% il restante 2% e un incognita puzza di Uova XD!

questo LAVAGGIO ve lo consiglio, sopratutto se non Avete nessuna Difficoltà con l'odore del'uovo, il RISULTATO e la morbidezza vi lasceranno Molto soddisfatte / i, in piu e un lavaggio alternativo Molto economico con ingredienti FACILI da reperire.

By Holda


domenica 24 aprile 2016

Ghassoul per lavare i capelli.....

Ghassoul, che cosa è? e un argilla saponaria, originale del Marocco, viene utilizzata molto negli Hammam, per trattamenti capelli, viso, corpo.
Infatti questa argilla di origine naturale, grazie alle sue proprietà lavanti molto delicate, pulisce facilmente pelle e capelli, in oltre per il cuoio capelluto, e per la pelle, ha proprietà sebo regolatori, cioè aiuta a prevenire e combattere la pelle grassa! 
Ottima come maschera viso e molto purificante ed astringente.
Usata come shampoo, e delicata e non aggressiva, rinforza le radici ed inspessisce il fusto del capello.

I vari nomi del ghassoul, sono Rhassoul, ed Hectorite, controllate sempre l'inci del vostro Ghassoul!
Come si usa. Basta veramente pochissima di questa argilla, che si presenta sotto forma di scagliette (quella più grezza e più buona) da frantumare, o in polvere (quella trattata dalle varie case produttrici) uno o due cucchiai di polvere sciolti in acqua, bastano per detergere i capelli, la posa va da un minimo di 15 minuti, ad un massimo di 30, non tutti i capelli apprezzano subito, il lavaggio con il ghassoul! I nfatti questa argilla, disintossica e porta via tutti gli strati di silicone e residui sintetici, che gli shampoo commerciali, lasciano sui nostri capelli. Quindi i primi tempi, molto probabilmente il lavaggio con ghassoul, vi lascerà capelli appiccicati, secchi, opachi, ma quello e il periodo transitorio, che varia da persona a persona, puo durare da 3 settimane a 6-8 settimane, quindi questo e un lavaggio che consiglio solo a chi ha tempo e sopratutto voglia, di abbandonare il classico shampoo e passare ai lavaggi alternativi, come ghassoul, erbe, indiane, noci del sapone e lavaggio con uovo.
Se non avete tempo da dedicare alla cura dei vostri capelli e sopratutto non avete voglia di passare minimo 1 ora tra impacco e risciacquo e amate i prodotti confezionati da lavaggio e risciacquo immediato, desistete dal provare il ghassoul, usatelo solo come maschera viso.
Cosa consiglio di usare prima e dopo il ghassoul. Per il prima se volete fate un bell'impacco idrosolubile-idratante, come puo essere gel di semi di lino o gel di aloe e miele, questi 2 ingredienti si risciacquano benissimo e vanno via con sola acqua, evitate impacchi grassi o oleosi, potrebbero lasciare i capelli unti. Preparate il vostro ghassoul, io ci metto solo acqua, ma ci sono varie ricette! c'è chi ci aggiunge miele, yogurt, acqua di rose, olio essenziale. Risciacquate con tantissima acqua, anche se vi sembra di avere sciacquato via tutto, continuate per altri 5 minuti. Dopo a capelli ancora bagnati, applicate qualche goccia di olio o burro, il top sarebbe olio di argan, o burro di karitè, ma va benissimo anche il normale olio di oliva o girasole, che tutte abbiamo in dispensa! E comunque qualsiasi altro olio va bene. Evitate maschere e balsami commerciali! gli ingredienti sintetici che contengono andrebbero a scontrarsi con l'effetto purificante del ghassoul, e quasi sicuramente rimarreste con capelli unti e pesanti.

questi sono i miei capelli dopo il lavaggio con il Ghassoul.





























Gel di katira per ristrutturare i capelli

Gel di Katira

La Katira e Piu nota come gomma adragante E un gelificante naturale ideale per piatti gel Acquosi, SIA in cucina Che in cosmesi, io la uso come Trattamento di bellezza per i capelli.

L'adragante (Katira) E ottenuta Dalla linfa di Astragalus gummifer piccolo albero Che cresce sopratutto in Iran, Turchia e Siria.
La linfa VIENE Raccolta da maggio a settembre, facendo un incisione Nella parte superiore della radice.
Da SECOLI Le donne di questi  paesi la Usano SIA in cucina Che per la cura e la bellezza dei capelli. 






Come Si prepara il gel.
mettere 2 scagliette di katira in circa 400 ml di acqua. Lasciare riposare per 12 ore,finche non si formerà il gel,simile a quello in foto.

Modi d'uso: lavate i capelli come vostro solito, Non usate balsamo.Dopo avere sciacquato via lo shampoo,o qualsiasi altro lavaggio alternativo avete usato, applicate il gel di katira sui capelli bagnati e tamponati.

Distribuite bene la katira ciocca per ciocca, avvolgeteli in una asciugamano caldo o usate il fon per scaldare, o il calore del sole estivo, lasciatelo in posa per 45 minuti,o fino a quando non sentirete i capelli induriti.
sciacquate via con abbondante acqua e asciugate come vostro solito.

Questo trattamento vi farà da subito capelli più spessi e voluminosi, un ottimo sostituto di creme e balsamo, consigliato anche per ristrutturare i capelli.


Qualche Informazione in piu



 Sinónimo: gomma adragante, "corno di capra" 

 Nome botanico: gummifer Astragalus 

 Famiglia: Fabaceae 

 Origine geografica: Iran 

 Nome INCI: Astragalus gum gummifer 

 Aspetto: Polvere sottile 

 Colore: da bianco a bianco sporco.

La gomma adragante e Una gomma naturale ottenuta Dalla linfa essiccata di diverse specie di Medio Oriente leguminose del Genere Astragalus, TRA CUI A. adscendens, A. gummifer, A. brachycalyx, [1] [2] e A. tragacanthus. ALCUNE di QUESTE specie Sono noti collettivamente sotto i nomi comuni "spina di capra" e "locoweed". La gomma E talvolta Chiamato Shiraz gomma, Shiraz, gomma Eletti o gomma Drago. Il nome Deriva da tragos e Akantha, il Che significa in greco "capra" e "Spina", rispettivamente.

Questo Resina / gomma e ricchissima di proteine, le Quali apportano nutrimento al capello ristrutturandolo.

siti dove potete trovarla:

http://www.zenstore.it/Goond-Katira--Gomma-adragante/


http://www.aroma-zone.com/catalogsearch/result/?sq=adragante&order=relevance&dir=desc&limit=12

http://www.hennaherbals.co.uk/shop/search.php?q=katira

Fonti il ​​web

sabato 23 aprile 2016

Olio di bhringaraj per una crescita super veloce dei capelli


Aceto di Miele e Olio di bhringaraj

Oggi voglio parlarvi di questo olio ayurvedico Che sto usando con grande Soddisfazione. 

Olio di Bhringarai un olio aiurvedico una base di estratto di Bhringaraj in Particolare ho Scelto questo per 2 Motivi Molto Importanti;  questo Olio si differenzia degli Altri oli a base di bhringaraj, e un olio di sesamo e girasole Che Contiene Oltre all'estratto in alte percentuali di bhringaraj Anche jatamansi (nardo himalayana) QUESTI  ingredienti ne Fanno un olio buonissimo per Prevenire e contrastare la caduta dei Capelli e favoriscono la Crescita di Nuovi capelli, il massaggio alla cute con questo olio apporta beneficio SIA alla pelle della cute SIA alle radici dei capelli.

Perche questo olio a base di sesamo e girasole dovrebbe Essere meglio di Altri oli a base di estratto di bhringaraj? Semplice Tutti Gli Altri oli (o quasi tutti) di bhringaraj Sono fatti a  base di olio di cocco, un ottimo olio Certo ma con un piccolo Difetto; QUANDO le temperature scendono L'Olio di cocco Compreso Quello a base di bhringaraj tende a solidificarsi e diventa un ardua impresa applicarlo sulla cute, senza prima scioglierlo, e sciogliendolo a bagnomaria o in altro modo si va ad intaccare e / o rovinare la parte benefica dati Dalle erbe (bhrigaraj compresa) contenuta nel'olio.
In piu L'Olio di sesamo e un olio ricchissimo di Principi Attivi che fanno bene alla pelle e alle radici, idem l'olio di girasole.
Unico Difetto di questo Olio e il Contenitore ...... purtroppo e di plastica leggermente ambrata, sarebbe stato meglio un contenitore  in vetro scuro, infatti come  ben sappiamo l'olio di qualità DEVE Essere conservato in Contenitori di vetro scuro, o vetroceramica . Comunque questo unico Difetto può Essere ovviato travasando l'olio in un Contenitore di vetro scuro, on line se ne trovano in vendita di OGNI Misura e formato :)
Vi consiglio di provare l'olio a base di bhringaraj sopratutto se siete oppresse Dalla caduta stagionale Molto abbondante, vedrete Che con il Costante utilizzo  dell'Olio di bhringaraj noterete grandi Benefici.

Questo e l'INCI:  Bhringraj olio per i capelli, 100ml
Ingredienti: Olio di sesamo, olio di girasole bio, estratto Bhringraj (Eclipta Alba, alias falso margherita), estratto di Brahmi (Bacopa monnieri), Olio jatamansi (nardo himalayana), olio di mandorle biologico, olio di lavanda
La Marca e  rinascimentale Henna  

Io uso Questo e mi trovo molto bene, ma voi se volete potete cercare un altro olio a base di bhringaraj Ricordando di SCEGLIERE Uno a base di olio di sesamo o se e Periodo estivo potete provare benissimo Uno a base di olio di cocco.

Aceto di Miele

Cosa è l'aceto di miele?  L ' Aceto di Miele  E un tipo di  aceto  Che si ottiene per  fermentazione acetica  dell' idromele . Being l'idromele ritenuta la bevanda alcolica Più antica, l'aceto di miele E probabilmente l'aceto Più antico al mondo. L'aceto era nella Effetti conosciuto Già Dagli antichi Egizi, come prova Una iscrizione Presente su un vaso egizio, risalente al 8.000 aC, adibito appunto al contenimento di aceto.
L'aceto di miele Cadde in disuso DOPO La scoperta della  vite  in Quanto risultò economicamente Molto Più conveniente PRODURRE aceto dal vino d'uva RISPETTO al miele.
L'aceto di miele ha un sapore acidulo, colore dorato e intenso profumo, E Ricco di  enzimi  e  sali minerali .  E 'Ricco di Proprietà, La Moderna bibliografia cita, Tra le Altre, Quella di Essere un toccasana per la bellezza di capelli e per la pelle, segnalando, InOLTRE, che l'aceto di miele favorisce la fissazione del calcio nelle ossa ed AIUTA in modo Importanti una Tenere bassi i Livelli di Colesterolo e trigliceridi.
 Io sto usando questo aceto nel' Ultimo risciacquo, mi Lascia i capelli morbidi e setosi.
Una Differenza dell'aceto di mele, questo di miele e Più delicato e a un profumo molto gradevole Che resta tra i capelli Ricorda moltissimo il miele puro. Vi consiglio di provare Anche Questo Prodotto Sicuramente ne sarete entusiasti proprio come lo sono io.







By Holda